Si può vendere di più attraverso … il cuore. Sono proprio le emozioni infatti a determinare molte delle scelte che si compiono: è solo in un secondo momento che si vuole dare una spiegazione, una giustificazione alle scelte di tutti i giorni. Il problema è che si vuole delegare troppo alla ragione e poco alle emozioni e quando questo accade non ci si riesce a capacitare di aver scelto con l’emotività e non con la logica. Scelte di questo tipo sono all’ordine del giorno; l’emotività pilota molte più scelte di quanto nessuno voglia ammettere.

Se si vuole vendere di più dunque si deve saper far breccia sul cuore dei clienti; più si fa pratica e più diventa naturale e semplice far leva sulla sua parte emozionale.

Esistono diverse tecniche e strategie per vendere di più ma indubbiamente la scelta di un approccio personale e mirato è la carta vincente di qualsiasi venditore. Vendere di più è diventato quasi come vendere un idea o un desiderio e per far leva sulla parte emozionale del cliente è necessario entrare in empatia con lui: parlare di un argomento che potrebbe interessargli o strappare un sorriso al cliente potrebbe costituire l’unica chance per poter vendere di più rispetto alla semplice e pedissequa disamina delle caratteristiche del servizio o del prodotto proposto.

Il punto in buona sostanza non è quello di vendere di più o a tutti i costi qualcosa: si tratta di suscitare interesse nella possibilità di possedere quel qualcosa anche se in realtà non è indispensabile o urgente.

In un momento storico in cui la crisi economica martella l’economia e il mercato è importante saper vendere di più e meglio. La concorrenza resta spietata, certo! Ma se si sa valorizzare il proprio prodotto conferendogli un’aria interessante e accattivante, la partita è vinta. La concorrenza, per i bravi venditori, non ha mai costituito un problema, anzi! I competitors sono riusciti a stimolare le migliori menti e a permettergli di vendere di più e addirittura più velocemente.

Per vendere di più è necessario donare un valore aggiunto a quello che si vuole proporre, un valore che solo acquistando quel prodotto è possibile avere: quel valore aggiunto è il venditore stesso.

Per vendere di più quindi basta saper presentare se stessi e il prodotto in modo da apparire come una manna scesa dal cielo; come se ci fosse una sola possibilità di riuscire a risolvere quel problema o quell’intoppo: bisogna ricordarsi semplicemente che a scegliere è sempre il cuore e non la mente.