michaelh - Selkie
L’approccio nella seduzione della donna nei confronti dell’uomo è per certi versi più facile e per altri versi più difficile.
E’ più facile perché culturalmente ma anche (per istinto) la donna ricopre un ruolo “apparentemente passivo” nella fase di approccio della seduzione.
Cioè spetta all’uomo avviare il processo di seduzione.

La donna in realtà gestisce tale processo e la sua abilità consiste nel mettere delle “esche” che inducano l’uomo ad avviare tale processo di seduzione.
Questo implica la norma che la seduzione femminile è sempre indiretta.
Come in tutte le norme e regole possono esserci delle eccezioni in cui la donna attivamente approccia l’uomo per iniziare una seduzione non mascherata, quindi una seduzione diretta.
La seduzione diretta non è consigliabile in quanto culturalmente (ma la cultura segue in questo caso le esigenze istintuali) una donna che fa un approccio diretto manifestando il suo interesse ad avviare una seduzione viene frequentemente etichettata come una “facile” se non “una di quelle”.Questo fa si che magari l’uomo accetti il gioco della seduzione ma solo per fini meramente sessuali.
Se la donna invece ha come obiettivo di vivere una relazione romantica che possa sfociare in un amore duraturo questo tipo di approccio è il peggiore.

Quindi, come conoscere un uomo? Quali sono le tecniche di seduzione femminile? 

Molto meglio la seduzione indiretta che non genera questo tipo di etichetta da parte dell’uomo.
 
Le modalità di seduzione indiretta nella fase di approccio da parte della donna sono due :

  1. emettere esche che inducano l’uomo ad approcciarla avviando quindi la seduzione
  2. approcciare indirettamente usando situazioni o contesto

analizziamo le due modalità:

Le esche nella seduzione

Le esche che una donna può generare in modo da indurre l’uomo ad un approccio nei suoi confronti sono di vario genere.
La prima cosa da fare è essere attraente, ma non eccessivamente provocante (si rischierebbe di nuovo un’etichettamento).
Visivamente quindi una donna deve essere curata e femminile ma non appariscente.
Dopodiché dovrà utilizzare anche qui un contesto cercando attraverso il linguaggio non verbale di dimostrare smarrimento e necessità.
Dovrà cercare il contatto oculare con l’uomo che potenzialmente potrebbe interessargli e poi distogliere rapidamente lo sguardo.
Se l’uomo viene attratto dall’aspetto della donna e coglie in lei lo sguardo ed una qualche necessità molto probabilmente le rivolgerà la parola chiedendo se ha bisogno di qualcosa.
Le probabilità aumentano se la donna non dimostra “aggressività”, anche in questo un look femminile non aggressivo aiuta moltissimo.
Ovviamente la donna dovrà avere preconfezionata un’esigenza che potrà essere una richiesta di informazioni che si sarà preparata prima.
Una volta che l’uomo ha avviato il processo di seduzione lei avrà anche il controllo della situazione, potrà capire in questa fase se la persona corrisponde alle aspettative che si era fatta vedendolo oppure no.
Se si continuerà con la seduzione indiretta secondo le modalità che vedremo in seguito se no lo “cortocircuiterà” chiudendo rapidamente il dialogo.

Tecniche di seduzione indiretta

L’approccio seduttivo contestuale o situazionale indiretto invece prevede che la donna rivolga la parola all’uomo usando una motivazione che non faccia presagire la sua intenzione di iniziare una seduzione.
Può essere una domanda:
esempio – in uno scompartimento del treno: “Scusi, sa a che ora arriveremo a Roma? Ho fatto il biglietto di corsa e mi sono dimenticata di chiederlo!”.
Dopo aver ottenuto la risposta è sufficiente ringraziare con un bel sorriso ed un contatto di sguardo.
A questo punto il gioco è fatto: lei ha “iniziato le danze” ed ora dovrà giocare di rimando attendendo l’approccio dell’uomo che, se l’avrà giudicata attraente, sicuramente non tarderà.
Anche qui la donna avrà modo di farsi l’idea se val la pena proseguire con la “seduzione” oppure no.

 

La biografia di Massimo Taramasco per Ecletticamente:

Quarantenne, laureato in Ingegneria presso l’Università di Genova il dottor Massimo Taramasco ha unito
la passione per la Scienza e la Tecnologia a quella per lo studio dei comportamenti umani, soprattutto delle motivazioni, per lo più subliminali che determinano l’innamoramento, l’attrazione e la passione.

Ha quindi iniziato, da più di 18 anni un percorso di formazione nelle più svariate discipline e tecnologie della mente, sia orientali che occidentali.
Anche la sua formazione accademica post-laurea si è orientata verso il settore delle relazioni umane e della comunicazione acquisendo un Master in Marketing e Comunicazione Aziendale.

La sua formazione nelle più recenti discipline occidentali:

Programmazione Neurolinguistica
Si è formato alla PNL sotto la guida di Tad James, Trainer delle Hawaii, studi con Richard Bandler, DA Taft , Trainer della Florida, formato da Leslie Cameron Bandler, William Horton (Formazione con R. Bandler, per molti anni trainer referente della N.G.H. per quanto riguarda le materie Neurolinguistiche).

Comunicazione Analogica
Si è formato dal fondatore della Scuola Analogica, diventando uno tra i massimi esperti in Italia della materia soprattutto per quanto riguarda:

  • La Comunicazione Non Verbale
  • La Comunicazione Simbolica
  • La Persuasione subliminale
  • Le dinamiche della Seduzione
  • Dinamica Sociale – P.U.A. Mystery Method

Recentissima scienza delle relazioni umane uomo – donna nata tra Canada e Stati Uniti nel 2006, ideata da un illusionista –
Erik Von Markivik, alias Mystery, e da uno scrittore/giornalista – Neils Strass, alias Style, studia la pragmatica di:

  • Approccio
  • Attrazione
  • Comfort e fiducia

Il dott. Taramasco è stato tra i primi in Italia ad aver avuto accesso, assimilato ed integrato questo corpus di conoscenze sulle dinamiche sociali.

La sua formazione nelle più antiche discipline orientali:

Da sempre appassionato delle filosofie orientali e del loro approccio alla vita, ha approfondito lo studio e la pratica di:

  • Karate stile Shotokan, praticato ad alti livelli (cintura nera 3 dan)
  • Hata Yoga e Rajia Yoga
  • Meditazione trascendentale

Il dott. Massimo Taramasco ha approfondito inoltre le dinamiche tra l’universo maschile e quello Femminile attraverso lo studio e l’applicazione del Tantra.

Dall’analisi, l’introiezione e l’assimilazione profonda di tutte queste metodologie in sostanza dell’unione tra il pensiero logico e quello Analogico, in sostanza dalla sintesi tra occidente ed oriente, tra Scienza ed emozioni il dott. Massimo Taramasco ha dato vita ad una nuova Tecnologia delle Relazioni, della Seduzione e dell’innamoramento da lui definita:
“IDS” : INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE

Un approccio che consente a chi lo pratica di percorrere la strada verso una profonda conoscenza delle dinamiche dell’attrazione e dell’innamoramento.
Un approccio che consente di far scattare nell’interlocutore (sia uomo che donna) dei meccanismi istintivi di attrazione e di vivere in modo intelligente e consapevole le relazioni sentimentali.

Per saperne di più o per consulenze di seduction coaching puoi contattare senza impegno il dott. Massimo Taramasco

A questo link tutti gli articoli di Massimo Taramasco per Ecletticamente: https://ecletticamente.com/massimo-taramasco/ Puoi inoltre visualizzare il canale di Massimo Taramasco su Youtube contente numerosi video e informazioni utili sulla seduzione, l'amore, i rapporti sentimentali e le relazioni di coppia: