correre all'idroscalo, milano
Come per il nuoto e il ciclismo anche la corsa è un’attività ad alto contenuto tecnico. Nel nuoto effettuare le varie fasi del movimento in modo corretto e quindi la fase di trazione, la fase di spinta, il mantenimento della posizione orizzontale, permette al movimento di avere un coefficiente idrodinamico migliore e un avanzamento ideale con un consumo di energia minore. Nel ciclismo invece mantenere una buona posizione sulla bicicletta, pedalare in un certo modo, permette al corpo di tagliare meglio l’aria e quindi di avere un’azione più veloce senza incontrare troppe resistenze. Come per questi sport anche la corsa ha una propria tecnica, tecnica che se eseguita in modo corretto offre diversi vantaggi tra cui:

  • Correre più velocemente e per una distanza più lunga consumando meno energia
  • minor rischio di infortuni tra cui contratture, stiramenti muscolari, tendiniti, fratture da stress
  • assenza di tensioni muscolari a livello del collo e delle spalle
  • ottenere un migliore coefficiente aerodinamico così da affrontare meglio le resistenze dell’aria.

Qual è la giusta tecnica di corsa? Per correre in modo corretto bisogna stare attenti alle posizioni di diversi segmenti corporei:

  • la testa
  • il busto
  • le braccia
  • i piedi.

La testa deve essere in linea con il resto del corpo, lo sguardo deve essere rivolto in avanti e non verso il basso . Questo perché un’errata posizione degli occhi può provocare a lungo andare scompensi muscolari che successivamente, per via della catena posteriore muscolare, posso portare a dolori generali.

Il busto non deve essere inclinato all’indietro, non deve neanche essere diritto ma bensì deve essere leggermente inclinato in avanti grazie ad una proiezione anteriore delle spalle . Questa posizione permette al corpo di avanzare meglio, inoltre il baricentro viene leggermente spostato in avanti così da ottenere un equilibrio dinamico più importante.

Le braccia devono muoversi per avanti dietro e viceversa in modo alternato al movimento delle gambe. Questo permette al corpo di essere in uno stato di coordinazione dinamica generale migliore; al pugno è preferibile tenere le mani aperte in modo tale da riuscire a tagliare l’aria meglio. Infine vediamo come bisogna poggiare i piedi per correre in modo corretto.

I piedi sono la parte del corpo più importante da utilizzare in modo corretto perché dalla posizione del piede esatta o meno posso scaturire diversi tipi di infortuni. Un infortunio muscolare derivato dalla posizione errata del piede, può diffondersi in tutto il corpo. I piedi devono appoggiare sul terreno con l’avampiede e non con tutta la sua superficie e ancora peggio non con il tallone. Alla fase di appoggio deve seguire una fase di spinta esercitata sempre dalla parte anteriore dell’arto.

Questa fase di spinta deve portare ad una fase di volo, necessaria perché distingue la corsa dalla camminata. Imparando a correre in questo modo vedrai che i tuoi risultati miglioreranno a vista d’occhio. Riuscirai a correre meglio, farai più kilometri, impiegherai meno tempo e soprattutto consumerai meno energia.

Per vedere se corri in modo corretto è necessario effettuare un test video tecnico del quale parlo nel mio ebook “Resistenza fisica e mentale”.

Scarica Gratis adesso il primo capitolo di “Resistenza fisica e Mentale”

Buon allenamento ed un saluto da Paolo Babaglioni
Immagine: correre all’idroscalo, milano di luiginter, su Flickr

Paolo Babaglioni, diplomatosi presso un Istituto Tecnico Commerciale, capisce che la sua strada è il settore sportivo e nel 2009 consegue la laurea presso la facoltà di Medicina e Chirurga in Scienze Motorie presso l'Università Degli Studi Di Brescia. Ad oggi collabora con diverse associazioni sportive nel territorio bresciano nel settore specifico dell'educazione motoria e della preparazione atletica. In particolare lavora con i bambini essendo insegnante nella scuola primaria e gestendo un centro minibasket e collaborando con altri centri nel medesimo sport e nella pallamano. Dal 2011 comincia ad affermarsi sul web grazie al blog In Salute con l'Allenamento. È la forte passione per lo sport che lo spinge a scrivere ed a comunicare le proprie idee in modo pratico e professionale per aiutare chiunque a stare bene grazie l'attività fisica. Paolo Babaglioni è anche autore di tre ebook editi da Bruno Editore e di un audiocorso in Mp3:
  • Ebook Training at Home con più di 70 esercizi a corpo libero da eseguire a casa
  • Ebook Crescere con lo Sport per crescere il tuo bambino dal punto di vista psicomotorio grazie all'attività fisica
  • Ebook Imparo Giocando, i 20 migliori giochi di educazione motoria per la scuola primaria