Come sviluppare al meglio le capacità di seduzione e di coinvolgimento?
Per imparare l’arte della seduzione occorre sviluppare una buona armonia con se stessi (cioè con le proprie emozioni) oltre che la capacità di coinvolgere emotivamente chi ci interessa.
Le emozioni motivano i nostri comportamenti e le nostre azioni.
Molte delle cose che facciamo sono generate da emozioni. A posteriori, razionalizziamo dei comportamenti in realtà prodotti da stimoli emotivi non razionali.

Le emozioni determinano anche le nostre modalità di innamoramento.


Come possiamo iniziare a gestire le emozioni?
Il primo passo è cambiare il proprio stato d’animo entrando in stati d’animo positivi con l’autocontrollo emotivo, sempre sviluppato dall’ingegneria della seduzione.
Per sviluppare al meglio le capacità di seduzione sono necessari alcuni ingredienti.
Il primo ingrediente è definire un obiettivo, il secondo è la motivazione.
Un obiettivo chiaramente definito ed una motivazione forte ci porteranno alla capacità di gestire le emozioni e di conseguenza alla capacità di sviluppare il nostro potenziale di seduzione.

La cosa fondamentale da capire, anche se è difficile da accettare, è che l’obiettivo
non può essere una persona o un oggetto di desiderio specifico
.
Identificare l’obiettivo con una persona specifica significa limitare drasticamente le probabilità di successo: se identificassi l’obiettivo con una persona dovrei comunque definire un periodo di tempo ragionevole, diciamo un anno, oltre il quale, se ho messo in atto tutte le strategie nel modo corretto, se non l’ho raggiunto devo cambiare oggetto di desiderio.
Non posso escludere di poter un giorno raggiungere quanto voluto con quella persona specifica, però non so più in quanto tempo.

Bisogna anche evitare di demordere troppo in fretta.

Pochi tentativi non è detto che siano sufficienti.
Produrre le giuste emozioni per coinvolgere la persona che ci interessa può richiedere tempo e la gestione del tempo è un fattore critico da prendere attentamente in considerazione.
La maggior parte delle persone non si rende conto che non basta aver fatto pochi tentativi per raggiungere un obiettivo sentimentale. Sono necessarie una costanza e una coerenza di comportamento nel mettere in atto una strategia, e le sue eventuali modifiche, fino a quando, «al di la di ogni ragionevole dubbio», si constati che la strategia non ha funzionato.
“L’ho fatta bene, per il tempo giusto e non ha funzionato”.
A quel punto è necessario cambiare strategia o rinunciare all’obiettivo. Molto spesso nella vita si rinuncia un attimo prima di avere successo, favorendo di fatto l’ingresso di qualche rivale.

Sedurre una persona significa di fatto ristrutturare il suo modo di percepire il mondo per far sì che in questa sua nuova mappa del mondo siamo inseriti anche noi, nel ruolo che desideriamo (partner, fidanzati, amanti, ecc.).

Il terzo punto per sviluppare capacità di seduzione è acquisire la giusta consapevolezza, soprattutto di quelle che sono le nostre frustrazioni e la nostra rabbia compressa.
Frustrazioni e rabbia sono veleni che ci possono spingere a fare le cose sbagliate.

Dobbiamo imparare a vedere le cose che ci succedono come opportunità.

Dobbiamo sempre chiederci qual è il lato positivo anche di un evento negativo che ci è capitato. (Leggi in merito crisi = opportunità)
Soltanto in questo modo potremmo sfruttare al meglio le circostanze che la vita ci offre.
Imparare a sfruttare le situazioni e le circostanze è basilare per imparare a coinvolgere e sedurre.
Questo ci consente anche di capire che per ottenere risultati diversi dobbiamo imparare a modificare le nostre azioni, acquisire una flessibilità di comportamento.

Continuando a fare le stesse cose otterremo sempre gli stessi risultati.

La quarta abilità da sviluppare è la capacità di osservazione.
Osservare anche i micro dettagli della comunicazione non verbale della persona che ci interessa per capire quali sono le sue esigenze emozionali.
Per sedurre è dunque necessario riconoscere quelli che sono i codici di accesso all’emotività della persona oggetto della nostra seduzione.
Come possiamo riconoscerli?
Dalle sue reazioni alle nostre stimolazioni emozionali.
Si tratta quindi di fornire stimoli emozionali precisi ed osservare le risposte.
Ad esempio potremmo provare a far vivere un po’ di abbandono, essendo meno presenti, cercando di meno l’oggetto del desiderio e vedere la risposta che si ottiene.
Potrebbe accadere che, stimolata/o dall’abbandono, la persona inizi a seguirci, a coinvolgersi maggiormente con noi.

Massimo Taramasco

Vuoi diventare un esperto? Leggi I migliori libri sulla seduzione.

 

La biografia di Massimo Taramasco per Ecletticamente:

Quarantenne, laureato in Ingegneria presso l’Università di Genova il dottor Massimo Taramasco ha unito
la passione per la Scienza e la Tecnologia a quella per lo studio dei comportamenti umani, soprattutto delle motivazioni, per lo più subliminali che determinano l’innamoramento, l’attrazione e la passione.

Ha quindi iniziato, da più di 18 anni un percorso di formazione nelle più svariate discipline e tecnologie della mente, sia orientali che occidentali.
Anche la sua formazione accademica post-laurea si è orientata verso il settore delle relazioni umane e della comunicazione acquisendo un Master in Marketing e Comunicazione Aziendale.

La sua formazione nelle più recenti discipline occidentali:

Programmazione Neurolinguistica
Si è formato alla PNL sotto la guida di Tad James, Trainer delle Hawaii, studi con Richard Bandler, DA Taft , Trainer della Florida, formato da Leslie Cameron Bandler, William Horton (Formazione con R. Bandler, per molti anni trainer referente della N.G.H. per quanto riguarda le materie Neurolinguistiche).

Comunicazione Analogica
Si è formato dal fondatore della Scuola Analogica, diventando uno tra i massimi esperti in Italia della materia soprattutto per quanto riguarda:

  • La Comunicazione Non Verbale
  • La Comunicazione Simbolica
  • La Persuasione subliminale
  • Le dinamiche della Seduzione
  • Dinamica Sociale – P.U.A. Mystery Method

Recentissima scienza delle relazioni umane uomo – donna nata tra Canada e Stati Uniti nel 2006, ideata da un illusionista –
Erik Von Markivik, alias Mystery, e da uno scrittore/giornalista – Neils Strass, alias Style, studia la pragmatica di:

  • Approccio
  • Attrazione
  • Comfort e fiducia

Il dott. Taramasco è stato tra i primi in Italia ad aver avuto accesso, assimilato ed integrato questo corpus di conoscenze sulle dinamiche sociali.

La sua formazione nelle più antiche discipline orientali:

Da sempre appassionato delle filosofie orientali e del loro approccio alla vita, ha approfondito lo studio e la pratica di:

  • Karate stile Shotokan, praticato ad alti livelli (cintura nera 3 dan)
  • Hata Yoga e Rajia Yoga
  • Meditazione trascendentale

Il dott. Massimo Taramasco ha approfondito inoltre le dinamiche tra l’universo maschile e quello Femminile attraverso lo studio e l’applicazione del Tantra.

Dall’analisi, l’introiezione e l’assimilazione profonda di tutte queste metodologie in sostanza dell’unione tra il pensiero logico e quello Analogico, in sostanza dalla sintesi tra occidente ed oriente, tra Scienza ed emozioni il dott. Massimo Taramasco ha dato vita ad una nuova Tecnologia delle Relazioni, della Seduzione e dell’innamoramento da lui definita:
“IDS” : INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE

Un approccio che consente a chi lo pratica di percorrere la strada verso una profonda conoscenza delle dinamiche dell’attrazione e dell’innamoramento.
Un approccio che consente di far scattare nell’interlocutore (sia uomo che donna) dei meccanismi istintivi di attrazione e di vivere in modo intelligente e consapevole le relazioni sentimentali.

Per saperne di più o per consulenze di seduction coaching puoi contattare senza impegno il dott. Massimo Taramasco

A questo link tutti gli articoli di Massimo Taramasco per Ecletticamente: https://ecletticamente.com/massimo-taramasco/ Puoi inoltre visualizzare il canale di Massimo Taramasco su Youtube contente numerosi video e informazioni utili sulla seduzione, l'amore, i rapporti sentimentali e le relazioni di coppia: